UN FUNAMBILOCO MICHAIL LIFITS

...Proprio coi quattro movimenti della Sonata del genio viennese si è conclusa l'esibizione del talentuoso trentaquattrenne uzbeko, tocco vellutato e maturità artistica sorprendente. Lifits, alla prima esperienza sul palco cagliaritano, è stato bravo a cogliere nella solennità dell'architettura della composizione gli accenti a mezza via tra sogno e (dura, per Schubert) realtà, mentre ha gigioneggiato un po' nella Fantasia in re minore e Nove variazioni in Re maggiore su un Minuetto di Duport, brani mozartiani scelti per l'apertura del concerto.Vincitore del premio internazionale Ferruccio Busoni nel 2009, artista esclusivo della Decca Classics e habitué dei teatri più prestigiosi d'Europa, Michail Lifits ha offerto il meglio di sé nella nervosa, funambolica Sonata n.2 il sol minore di Schumann - la cui complessità tecnica intimoriva perfino Clara Wieck, ottima pianista nonché moglie dell'autore -, valorizzandone i tratti salienti: il virtuosismo ad alto tasso di spettacolarità da un lato e, dall'altro, l'umorale pensosità tipica del compositore tedesco....

Please reload

 IMPRINT  |  DOWNLOADS  |  CONTACT

© 2018 Michail Lifits.  All rights reserved. 

0